Crociati

Alla festa di Parma Partecipazioni Calcistiche intervenuti tutti i dirigenti del Parma Calcio. Le parole di Scala, Ferrari, Carra, Minotti e Galassi

Noceto, 25 Maggio 2016 – Durante la festa di Parma Partecipazioni Calcistiche, la componente dell’azionariato diffuso del Parma Calcio 1913, questa sera, al DownUnder di Noceto, sono intervenuti i dirigenti del club, intervistati dal giornalista Sandro Piovani che ha condotto la serata con Francesca Mercadanti.

Il presidente Nevio Scala:

Ringrazio tutti voi, ma ringrazio anche tutti i miei giocatori protagonisti del successo, che sono stati i veri protagonisti dimostrando grande serietà e uno straordinario attaccamento ai nostri colori, che, a parte Lucarelli, ancora non appartenevano a loro e lo sono diventati”.

Il vice presidente Marco Ferrari:

Questa stagione si conclude dal punto di vista sportivo e da quello societario. Una cosa ci riempie di orgoglio: siamo stati quelli che abbiamo sempre volute essere. Come ci hanno scritto i Boys 1977 della Curva Nord nella targa che ci hanno consegnato domenica. Il Parma, oggi come non mai, è la società di Parma. Vogliamo continuare a esserlo”.

L’amministratore delegato Luca Carra:

Devo ringraziare Parma Partecipazioni Calcistiche per il movimento popolare che hanno creato attorno al Parma Calcio e alla sua vita societaria. Grazie a tutti coloro i quali hanno sottoscritto ogni singola quota”

Il responsabile dell’area tecnica Lorenzo Minotti:

Il nostro lavoro per la nuova squadra è già iniziato da diversi mesi. È normale che, oltre a seguire le imprese di quest’anno, dovevamo anche capire quali risorse serviranno per raggiungere l’anno prossimo l’obiettivo che la società chiede. La scelta dei giocatori non sarà fatta solo in base alle qualità dei singoli, ma anche in funzione delle regole della Lega Pro e del numero di Under. Dobbiamo far coesistere queste esigenze con quella di vincere. Oggi, però, dobbiamo ringraziare questi ragazzi che, oltre a vincere il campionato, hanno dato tutto per la nostra causa. Per non perdere nessuna partita, hanno messo cuore e anima. Purtroppo, dovremo rinunciare a qualcuno di loro, ma vogliamo lasciarci nel migliore dei modi, perché questa stagione resterà nella storia del Parma”.

Il direttore sportivo Andrea Galassi:

Io e Lorenzo abbiamo iniziato ad agosto a lavorare senza vedere la riva. Adesso che abbiamo vinto, dobbiamo subito ricominciare a nuotare per nuovi obiettivi, ancora più grandi di quelli già raggiunti”.

Mister Luigi Apolloni:

E’ stata un’annata straordinaria. Non è stato facile ripartire da zero. Abbiamo iniziato tardi e fatto tutto di corsa. Ringrazio tutti quelli che hanno preso a cuore la nostra squadra dopo quanto accaduto a Parma e ai suoi tifosi l’anno scorso. Vedere ad Arzignano la tribuna piena e gli occhi ragazzi dei miei ragazzi è stato incredibile. In quel momento mi sono convinto che avremmo vinto il campionato. Questi giocatori hanno portato in campo l’orgoglio della gente di Parma. Orgoglio e passione dovranno portarlo con loro nella vita, perché il calcio è un’opportunità di crescita”.

I video di tutti gli interventi