Gioventù Crociata

Il Parma Calcio 1913 alla presentazione del libro sui Giovanissimi del fallito Parma Fc che sfiorarono lo Scudetto: filo conduttore della storia crociata

GiovanissimiNazionali20153Vicomero (Pr), 6 Giugno 2016 – C’era anche il Parma Calcio 1913, stasera, alla presentazione del volume che, un anno dopo, ha ricordato l’impresa dei Giovanissimi Nazionali del fallito Parma Football Club, che, senza una società alle spalle, riuscirono a conquistare la finale per il titolo di Campioni d’Italia, persa per un soffio (4-3) ai tempi supplementari, seguiti da circa 200 tifosi crociati in trasferta.

Lo hanno rappresentato Guido Barilla, uno dei soci di maggioranza della proprietà ‘Nuovo Inizio’, presente pure in veste di genitore di uno di quei ragazzi, l’amministratore delegato Luca Carra e Sandro Squeri, Ad di Parma Partecipazione Calcistiche, la componente dell’azionariato diffuso del club.

Testimoniando il filo conduttore di una vicenda, perchè, proprio in quei giorni di fine giugno 2015, mentre a Chianciano Terme i giovani di mister Maurizio Neri lottavano da ultimo baluardo per conquistare lo Scudetto, a Parma, germogliava il seme che voleva far rinascere e risorgere la squadra di pallone della città-

Il libro, voluto e coordinato da Roberto Chiapponi e Simona Ghirardini, con il supporto redazionale del giornalista Sandro Piovani, stampato da Silva Editore, racconta il percorso di un’intera stagione e, soprattutto, le emozioni della settimana della Final Eight per lo Scudetto.

Sono state fissate, con parole scritte di chi le ha vissute in prima persona con ruoli diversi e con le immagini fotografiche.

I Giovanissimi Nazionali del fallito Parma Fc sono entrati nella storia Crociata e del calcio italiano. Non avvertirono l’assenza e la defezione di una società, perché, al di lá delle loro qualitá tecniche, erano un gruppo di ragazzi innamorati della maglia Crociata, che sciagurati eventi costrinsero a maturare e a diventare grandi prima del tempo.
Il loro pianto, al termine della finale, non era di sconfitta. Anzi…

Un anno dopo, stasera, si sono tutti ritrovati con il loro staff capitanato da mister Neri, grazie a una pubblicazione, perché questa loro fantastica favola umana e sportiva meritava di essere giustamente fissata, non solo nei cuori crociati di chi l’ha vissuta, ma anche con l’inchiostro sulle pagine della nostra storia.