Crociati

Lega Pro, confronto a Roma con i club su marketing e comunicazione: il Parma Calcio ha partecipato con Incannella e Majo

Roma, 10 Giugno 2016 – Il Parma Calcio 1913, questa mattina, ha partecipato al Salaria Sport Village di Roma, con il responsabile marketing, Mattia Incannella, e con il responsabile comunicazione-ufficio stampa, Gabriele Majo, al confronto dedicato a questi aspetti organizzato dalla Lega Pro per tutti i club che parteciperanno al prossimo campionato di categoria.Si è parlato, in vista della stagione 2016-2017, di marketing societario, di nuove forme di co-marketing sul territorio, di Lega Pro Channel e del ‘progetto scuola’.

L’incontro è stato guidato dal presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, e dal vicepresidente, Mauro Grimaldi, coordinatore della Commissione Marketing, composta dai rappresentanti delle società Alessandria, Casertana, L’Aquila, Pistoiese e Teramo.

Sono stati affrontati, in particolare, i temi riguardanti:

– utilizzo delle scratch card di Lega Pro Channel, che saranno consegnate alle società per fidelizzare i tifosi, integrare l’abbonamento allo stadio con quello pay per view per le trasferte e aprire una nuova linea di ricavi fin da prima dell’inizio del campionato;
– aumento della visibilità degli sponsor sulla maglie da gioco e l’inserimento del nome del calciatore sul retro delle stesse;
– studio di un progetto legato ai servizi relativi a trasporti e logistica per ottimizzare i costi delle trasferte;
– biglietteria unica integrata con sedi operative su tutto il territorio;
– definizione di un progetto di crowfunding con l’Università di Parma incentrato sul microfinanziamento per acquisire beni e servizi di utilità sociale;
– l’avvio di un grande progetto da portare nelle scuole del territorio per parlare di etica e dei valori dello sport a ragazzi compresi tra gli 8 e i 13 anni, attraverso il linguaggio dei fumetti con personaggi innovativi.

“Il significativo numero di partecipanti è la dimostrazione della voglia di contribuire attivamente ed in prima persona da parte dei club alle scelte della Lega Pro – ha dichiarato Gravina – In quest’ottica, per meglio sviluppare le competenze manageriali all’interno delle società, la Lega Pro sta valutando la possibilità di attivare a breve dei corsi di formazione per i vari profili professionali”.

“La Lega Pro si sta muovendo a 360° per essere costantemente al fianco delle società e aiutarle a rendere sempre più sostenibile la gestione delle loro strutture interne. I progetti illustrati e le iniziative esposte vogliono essere strumenti di sostegno per attirare nuove risorse finanziarie – ha sottolineato Grimaldi – Bisogna iniziare a pensare al calcio come ad un’azienda e giocare di squadra, lavorare tutti per lo stesso obiettivo”.

Al termine, si è tenuto, insieme a Sportradar e ICS, il workshop Integrity riservato ai giornalisti. E’ stata l’occasione per descrivere e fare un bilancio sulle attività in materia di lotta alle frodi sportive portate avanti dalla Lega Pro in sinergia con Sportradar, che lavorano sul fronte della prevenzione e del contrasto al match-fixing in modo costante e in stretto contatto con tutte le Istituzioni ordinarie e sportive.

Nella slide: il presidente di Lega Pro Gabriele Gravina tra i due funzionari del Parma Calcio presenti al confronto di Roma, Gabriele Majo (a sinistra) e Mattia Incannella (a destra).